Departure approaches

LA PARTENZA SI AVVICINA
The parcel post has arrived. If you are lucky as me, but I think it depends on what you have requested by phone or email, you will receive a huge road map of Ireland, a bed and breakfast useful guide (with many photos and GPS to achieve your b&b), three brochures about Irish cities, counties and the island’s most beautiful castles.
Bene: il pacco è arrivato. Se sarete fortunati quanto me, ma credo che questo dipenda da ciò che avete richiesto al telefono o per mail, vi vedrete recapitare nella cassetta della posta un’enorme cartina stradale dell’Irlanda, la guida utilissima dei bed and breakfast (con tanto di foto e coordinate GPS per raggiungere senza problemi il vostro b&b), tre depliant sulle città irlandesi, le contee e i castelli più belli dell’isola.
The day of departure is approaching and your travel agent will contact you to deliver your airline tickets, car, castle and hotel vouchers’ and the tour operator travel kit. What did I find inside my Turisanda purse? An Italian Touring Club guide of Ireland (26€) completely free.
Wow, another guide to read… I have only browsed it and there were many photographs (missing in the Lonely Planet) by which I could re-evaluate some places that I didn’t consider very well (for example Cobh).
Now that we’re really ready, we just have to draw up a draft travel plan (of course not to be complied with: the nice thing of travelling is to remain where you are fine and to leave when you want those places that you don’t like). So, the program must be done to get an idea of ??how many things we would like to see in 11 days and for how many miles we’ll have to drive every day, not to risk being on the opposite side of the island the day before coming back home!
That’s right: I like to be ready. I’m sure that someone loves the unexpected, me too, but not at all: I think it depends on the kind of unexpected!
Here we are our beautiful travel plan: 2 days in Dublin and 9 days tour of the island, from Dublin to Dublin in a clockwise direction (excluding Northern Ireland).
Ah, I was forgetting: I read on some blogs that it’s more convenient to go counterclockwise, especially in August. Honestly, we have especially met many tourist buses in the opposite direction, so I don’t think that what I read was true.
Furthermore, unlike what the Lonely Planet says about the queues on Irish roads (but when ever?!), we have always driven without queueing. So don’t worry: the island is small, it’s like the whole North Italy, more or less, but remember that the total population is little more than 4 million!
As we’re going to leave, it’s time to pack you bags, or at least thinking about what to put inside…
See you soon! 🙂
A questo punto il giorno della partenza si avvicina, e quindi la vostra agenzia viaggi vi contatterà per consegnarvi i vostri biglietti aerei, i voucher dell’hotel, dell’auto (e del castello), nonché il kit da viaggio del tour operator. Cosa ho trovato dentro alla mia borsetta Turisanda? Una fantastica guida dell’Irlanda del Touring Club Italiano (26 euro!) completamente gratuita.
Cavoli, un’altra guida da leggere… Questa io l’ho soprattutto sfogliata, ma almeno c’erano le fotografie (mancanti nella Lonely Planet) grazie alle quali ho potuto rivalutare certi posti che non avevo preso bene in considerazione (ad esempio la cittadina di Cobh).
Ora che siamo davvero pronti, non resta che stilare una bozza di programma di viaggio (ovviamente da non rispettare a tutti i costi: il bello di un viaggio è fermarsi dove ci si trova bene, passare veloce da un posto che dal vivo, in fondo, non ispira più di tanto). Insomma, il programma va fatto per avere un’idea di quante cose vorremmo riuscire a vedere in 11 giorni e quanti chilometri dovremo macinare ogni giorno, per non rischiare di essere dalla parte opposta dell’isola il giorno prima del rientro all’aeroporto di Dublino!
Si è capito, non mi piace essere impreparata, anche se sono sicura che a qualcuno gli imprevisti piacciano; piacciono anche a me, ma fino a un certo punto, credo che dipenda dal tipo di imprevisti…
Eccoci, dunque, con il nostro bel programma di viaggio in mano: 2 giorni a Dublino e 9 giorni di tour dell’isola, da Dublino a Dublino in senso orario (escludendo l’Irlanda del Nord).
Ah, dimenticavo: ho letto su alcuni blog che è più conveniente fare il giro antiorario, specie se in agosto. Sinceramente noi abbiamo incontrato tanti bus turistici soprattutto nel senso contrario, quindi non credo più di tanto che sia vero quanto ho letto; inoltre, a differenza di quello che dice la Lonely Planet sulla marea di code che si fanno sulle strade irlandesi (ma quando mai?!?), noi abbiamo viaggiato sempre senza trovare ingorghi né code. Quindi state tranquilli: l’isola è piccola, sarà grande all’incirca come tutto il Nord Italia, e ricordatevi che gli abitanti totali sono poco più di 4 milioni!
Siccome manca poco alla partenza, io consiglio di iniziare a preparare la valigia, o quanto meno a pensare a cosa metterci dentro…
A presto! 🙂
(Visited 102 times, 1 visits today)

4 Commenti su Departure approaches

  1. Avatar
    TheGirlwiththeSuitcase
    17/03/2011 alle 0:46 (9 anni fa)

    Ehm, sì, Dreamy, diciamo che il viaggio l'ho fatto 7 mesi fa ma raccontarvelo qui dà comunque una certa "euforia" da viaggio…! 😉

    Rispondi
  2. Avatar
    Dreamy Melrose
    17/03/2011 alle 0:01 (9 anni fa)

    Yuppieee!!!Buon viaggio.. 🙂 sarai elettrizzata 🙂

    Rispondi
  3. Avatar
    TheGirlwiththeSuitcase
    16/03/2011 alle 23:01 (9 anni fa)

    Bene, sono proprio contenta, grazie mille! 🙂
    Continua a seguirmi, a brevissimo il viaggio comincia!

    Rispondi
  4. Avatar
    ila
    15/03/2011 alle 10:33 (9 anni fa)

    …valigia pronta!!!…quando si parte???…non vedo l'ora inizi questo viaggio che tu già hai vissuto.
    Aspetto con ansia i prossimi post!!!
    Ciao ciao

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.