Un viaggio da favola: il Gigante e i Mondi di Cristallo

Parte 2 – Museo Swarovski, Innsbruck (di Erica)
Lasciamo Trento ancora addormentata e leggermente spolverata di neve, che sembra quasi zucchero a velo, l’aria è pungente e il cielo abbastanza sereno. Anche le Dolomiti, ancora avvolte nel cielo roseo del mattino, sembrano più docili e mansuete.

A bordo della nostra carrozza color zucca, percorriamo la strada sinuosa che accarezza i piedi delle montagne e che, come la pianta del fagiolo magico del piccolo Giacomino, ci condurrà dal Gigante. Mano a mano che proseguiamo verso l’Austria ci ritroviamo immersi in un mondo tutto bianco e soffice, ma non sono nuvole… Bensì tanta tanta neve! Ed ecco che compare in lontananza il Gigante con i suoi grandi occhi luccicanti, che spiccano nel bianco della neve, e ci accoglie bonariamente nel suo castello di cristallo… anzi di cristalli!
Si tratta del Museo Swarovski (Swarovski Kristallwelten), a pochi minuti d’auto da Innsbruck, in Austria.
Ogni sala della dimora del Gigante ci riserva una danza di luci, forme e colori riflessi da cristalli minuscoli ed enormi, grezzi o finemente lavorati.
Le pareti e i corridoi ne sono completamente ricoperti, tanto che sembrano fatti di ghiaccio. Anche il cavallo porta paramenti preziosissimi e luccicanti e la pianta carnivora ci mostra le fauci ricoperte di pietre colorate.
Rimango affascinata a guardare un enorme carillon in cui La Sole e Il Luna (non è un errore, in  tedesco il genere di queste due parole è al contrario dell’italiano e anche le figure rappresentate hanno un fascino maggiore proprio per questa particolarità linguistica) pattinano dolcemente abbracciati… Davvero romantico!
Passando attraverso una sala con specchi dalle strane forme geometriche e un acquario-tunnel con pesci dagli occhi sfavillanti, arriviamo nella stanza del Gigante: ci sentiamo così piccoli davanti a quell’enorme paio di guanti impreziositi da cristalli, a quel bastone da passeggio e a quella fisarmonica.

La mia attenzione si posa su un oggetto per il quale qualunque Principessa in età da marito perderebbe la testa: l’anello del Gigante! Sono certa che ricevendo in dono un anello di quelle dimensioni (che farebbe impallidire un solitario) qualunque Principessa potrebbe accettare di sposare anche Shrek!

Uscendo dalla stanza del Gigante ne attraversiamo un’altra in cui si fondono insieme gli elementi della Terra e dell’Acqua: troviamo infatti una foresta abitata da un’enorme medusa fatta interamente di cristalli. Questa immagine di armonia e pace ci accompagna verso l’uscita, dobbiamo andare…
Salutiamo con dispiacere l’amico Gigante e il suo mondo, e mentre ci allontaniamo immersi nel bianco della neve, che fondendosi con il grigio-bianco del cielo sembra davvero una distesa di nuvole, sorridiamo pensando allo splendore di quelle luci, quelle forme e quei riflessi di cristallo.

(Visited 239 times, 1 visits today)

16 Commenti su Un viaggio da favola: il Gigante e i Mondi di Cristallo

  1. Avatar
    Anonymous
    22/04/2012 alle 19:58 (7 anni fa)

    Ciao!! è vero nel racconto non ho specificato che sono andata a gennaio perché nell'introduzione che ha scritto Silvia alla parte su Trento l'ha detto e non ho pensato che leggendo solo questa parte potessero venire dei dubbi! Quindi grazie dell'osservazione e la prossima volta magari lo esplicito.
    Erica

    Rispondi
  2. Avatar
    TheGirlwiththeSuitcase
    16/04/2012 alle 16:39 (7 anni fa)

    @ Kaiseki: ti rispondo io. Se hai letto il post sai anche che l'ha scritto Erica, ospite sul mio blog per raccontare il suo viaggio che ha fatto lo scorso gennaio tra Trentino, Austria e Baviera (la prima parte la trovi nella sezione Guests). Inoltre le date che vedi sono quelle di pubblicazione del post: sarebbe difficile viaggiare e contemporaneamente postare tutto. Ed io, come in questo caso Erica, preferisco lasciar sedimentare un viaggio per raccontarlo a casa, con calma. Comunque grazie per la seppur veloce visita. 🙂

    Rispondi
  3. Avatar
    Kaiseki
    16/04/2012 alle 16:36 (7 anni fa)

    …scusa ma quando sei andata? il 10 aprile con tutta quella neve?! io sono andata la settimana prima ed era praticamente estate…cmq complimenti per il blog! se ti va, fai un giro da me!

    Rispondi
  4. Avatar
    Anonymous
    14/04/2012 alle 1:40 (7 anni fa)

    Eh sì e poi la neve rendeva tutto più bello… Il Gigante è una collina che ospita al suo interno il museo, sembra di pietra ma non lo è!!
    Erica

    Rispondi
  5. Avatar
    Marco
    13/04/2012 alle 12:07 (7 anni fa)

    le fotografie hanno fatto almeno metà del successo di questo post…puoi scrivere bene quanto vuoi ma nessuna cosa può colpirti come un immagine…le foto del gigante sono favolose…x me il Museo Swarovski poteva anche essere vuoto 🙂

    Rispondi
  6. Avatar
    Marco
    13/04/2012 alle 12:07 (7 anni fa)

    meta del successo di questo post è dovuto alle foto…puoi scrivere bene quanto vuoi ma nessuna cosa ti colpisce come un immagine…bellissimo il gigante di pietra….il Museo Swarovski poteva anche essere vuoto 😐

    Rispondi
  7. Avatar
    Anonymous
    12/04/2012 alle 8:09 (7 anni fa)

    Ciao a Tutte!!
    Grazie mille per il calore dei vostri commenti, mi fa davvero piacere che apprezziate il mio racconto!!
    Avete proprio ragione è un posto meraviglioso, una volta entrate vi ritrovate in un mondo magico non vi ricorderete di ciò che c'è al di fuori!! Se non siete mai state dovete assolutamente rimediare! Non pensavo fosse strutturato così e vi dirò che la definizione museo gli sta un po'stretta… Ogni sala è curata da un artista diverso e le foto mostrano solo una parte delle bellezze di questo "museo"!!
    Quindi se il prossimo Natale andate a fare un giro ai mercatini di Innsbruck, prendetevi mezza giornata per fare un saluto al Gigante e ai suoi Mondi di Cristalli… Anche se io non aspetterei così tanto!!
    Ancora grazie per i vostri commenti e grazie 1000 a Silvi che ospita le mie "Chiacchere"!!
    Erica

    Rispondi
  8. Avatar
    Anonymous
    12/04/2012 alle 8:09 (7 anni fa)

    Mi fa piacere che questo racconto ti abbia fatto riaffiorare bei ricordi, anche io porterò con me bei ricordi di questo posto meraviglioso!!
    Erica

    Rispondi
  9. Avatar
    Anonymous
    12/04/2012 alle 8:09 (7 anni fa)

    Si è vero e quel giorno ce n'era talmente tanta che a un certo punto è mancata la corrente ma è tornata quasi subito!!
    Erica

    Rispondi
  10. Avatar
    TheGirlwiththeSuitcase
    11/04/2012 alle 22:13 (7 anni fa)

    Sono contenta che vi piaccia molto questo post, piace anche a me. E sto incoraggiando la cara Erica ad aprire un blog tutto suo… 😉

    Rispondi
  11. Avatar
    Giulia Giarola
    11/04/2012 alle 18:25 (7 anni fa)

    Oddio hai fotografato il paradiso!!!!! *___* ma allora esiste davvero!! :O ti prego porta anche meeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee "e" periodico. 🙂

    Rispondi
  12. Avatar
    Paola Rapari
    10/04/2012 alle 21:03 (7 anni fa)

    …sotto la neve il museo è veramente molto suggestivo!!!

    Rispondi
  13. Avatar
    Lallabel
    10/04/2012 alle 18:19 (7 anni fa)

    Oddio che cosa spettacolare! Meraviglia, voglio andarci assolutamente!

    Rispondi
  14. Avatar
    TheTravelDiaryBlog
    10/04/2012 alle 18:19 (7 anni fa)

    Quel museo è una meraviglia!! Pensa che l'avevo quasi dimenticato.. ci sono stata ai tempi del liceo, durante lo scambio culturale con l'Austria e le foto chissà dove sono finite.. bellissimi ricordi che mi hai fatto riaffiorare, grazie!
    Francesca

    http://thetraveldiaryblog.blogspot.com

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.