Vicentino, tra asinelli e colli berici

Il Vicentino era una zona che ignoravo totalmente. Non avevo idea di come fosse la sua campagna, la sua pianura e il suo altopiano. Ancora lo conosco poco, ovviamente. Ma un viaggio me l’ha fatto scoprire un po’ di più, in un week-end di fine maggio, durante il Blog Tour #agrituristipercaso.

C’erano due orecchie pelose e c’erano i colli berici: era domenica mattina e camminavamo in fila indiana diretti alle Grotte di San Bernardino. L’aria era finalmente calda, finalmente perchè erano mesi che sognavo un week-end all’aria aperta, meritato quanto ricercato.
C’era un’asinella di nome Silvana, poi c’era una bimba gioiosa che la spazzolava come fosse la sua bambola, che infine sopra a Silvana ci è pure salita. E io l’ho invidiata da matti, sì, lo ammetto. Soprattutto durante la salita.
Sui colli berici ci s’immerge tra ulivi e vigneti insieme alla propria guida (qui sopra Martino), si gode del panorama sulla pianura di Vicenza e ci si siede a tavola accolti come a casa, come è successo a noi all’agriturismo Da Sagraro, insieme alla famiglia Rigo. Lo consiglio: siamo a Mossano, la strada per raggiungerlo vi sembrerà eterna e strettissima, soprattutto di notte, ma ne varrà la pena.
Stessa atmosfera famigliare all’agriturismo Al Cucco, a Valdastico, vicino all’Altopiano di Asiago da Marianna, che produce ottimi formaggi e ama il proprio lavoro a contatto con la natura, con uno stile di vita lento, lontano da quello di molti di noi. Invidia? Un po’ sì.
A Villaga, all’agriturismo Le Mandolare, ci ha accolti un gatto coccoloso che è riuscito ad intenerire perfino me, che di gatti proprio non amo sentir parlare, figuriamoci prendere in braccio. Eppure… si cambia. La signora che ci ha accolti, un po’ timida, si è lascita andare in racconti che sapevano di olio, di vini e di… effettivamente mi sono un po’ distratta, questo gatto aveva attirato tutta la mia attenzione, pardon! Ma ditemi se non ne è valsa la pena: uno scatto ravvicinato da star! 😉
Ed eccoli là, i colli euganei: li conoscevate? Io, ammetto l’ignoranza, no. Che ci volete fare, i blog tour servono anche a questo. A scoprire posti che, in teoria, meriterebbero molta ma molta più attenzione. Qui ero dentro alla Grotta di San Donato, sempre a Villaga.
Il Vicentino è stata una sorpresa: non credo ci sarei andata in uno dei miei imminenti viaggi, non fosse stato per Terranostra Vicenza che mi ha invitata a scoprire un territorio che ha, come molti in Italia, davvero molti lati di sè da offrire. Voi un week-end in campagna in questa zona del Veneto come lo vedete? Io ora molto meglio.

Salva

(Visited 212 times, 1 visits today)

7 Commenti su Vicentino, tra asinelli e colli berici

  1. Avatar
    Serena
    31/01/2017 alle 23:04 (3 anni fa)

    Ohh che piacere leggere questo post sulla mia terra!!! Magari ce ne fossero di più. Io sono del Basso Vicentino e vi posso dire che c’è tanta, tanta bellezza da scoprire <3

    Rispondi
    • Silvia Cartotto
      Silvia Cartotto
      01/02/2017 alle 9:34 (3 anni fa)

      L’Italia è tutta bella, soprattutto i posti meno noti! 😉

      Rispondi
  2. Avatar
    Lallabel
    20/06/2013 alle 22:30 (6 anni fa)

    ho una carissima amica a Vivenza ma il vicentino non lo conosco, dalle tue foto sembrano posti bellissimi e con tanti bei personaggi simpatici!

    Rispondi
  3. Avatar
    Anna
    20/06/2013 alle 22:30 (6 anni fa)

    Mia cognata abita proprio lì, in una bella casetta sui colli di Mossano, poco sotto al Sagraro. Contenta che ti siano piaciute le mie parti!!!

    Rispondi
  4. Avatar
    Scarabocchio Girl
    20/06/2013 alle 22:30 (6 anni fa)

    Sono bei posti davvero! Ai Colli Euganei ci sono solo passata in treno XD
    Belle le foto, bello il tour! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.