Le foto che non scatto

Le foto che non scatto sono tutte nella mia testa, e forse sono proprio le più belle. 

Le foto che non scatto

Sono quelle che “sto guidando, non posso fermarmi”. O “sono quella dietro in sella a un motorino, se prendo l’iphone sicuro mi cade in un tombino”.

Sono quelle che “mi si è appena scaricata la macchina fotografica”.

Sono quelle che nascono un po’ sfigate, diciamocelo. Anzi, non nascono proprio, perchè evitentemente “non s’hanno da scattare”, insomma. 

Quelle che inquadro solo con gli occhi, che metto a fuoco con il cuore, che salvo nei miei ricordi e condivido con i pensieri a ritroso, tipo ora.

Tipo quella al tramonto, tra le risaie di Bali.

 
Un cielo perfetto, le nuvole, i raggi di sole che filtrano e illuminano i fili d’erba, si specchiano nelle pozze d’acqua. Poi tutto s’incendia e diventa fuxia.

 
E tu, nel dubbio di perderti tutto quanto prima che finisca e sia notte, te lo assapori solo con gli occhi.
 

Ti salvi quei pixel naturali e li imprimi nella mente, affichè ci restino per sempre, fino a che non scolpiscono anche il cuore.

Le foto che non scatto sono quelle che “caxxo, sarebbe stata likata 352 volte su Instagram“.

Ma in fondo, poi, chissenefrega? Quel tramonto è lì per te ADESSO. Vivilo.
Quindi sei lì, tra le strade a buche e a curve di Bali, e mentri scende la sera ti godi lo spettacolo.
E poi c’è quella bambina sulla spiaggia vicino a Padangbai che appoggia il cestino di fiori e incenso, il suo voto agli dèi, davanti al bar della mamma. E lo fa con così tanta cura che hai a disposizione quasi 1 minuto per fotografarla. Ma ovviamente hai le mani bagnate e in più non trovi il cellulare nello zaino. Così, mentre le mani lo cercano, gli occhi guardano lei. Che non si sa mai.
E infatti lei si alza e se ne va nel momento in cui tu lo trovi.
 
Ma va bene, va bene così. Anche quell’immagine ce l’hai impressa nella tua mente fin troppo bene, e sarà una delle più speciali del viaggio.
 
Le foto che non scattiamo molto spesso sono le migliori, proprio perchè non le abbiamo scattate.
 
Restano lì, in sospeso, tra la vita e ciò che di lei catturiamo.
 
E non c’è niente di più bello che accorgersi che non serve tecnologia per un ricordo.
 

Il cuore ricorda già tutto, perfettamente. Senza bisogno di filtri.

PS: la foto qui sopra ovviamente non è quella che volevo tanto scattare. Questa è arrivata circa un’ora dopo, quando ci siamo fermati col motorino. Ma l’altra, quella che ho nella mia testa, vi giuro che è molto, molto più bella.

(Visited 1.179 times, 1 visits today)

19 Commenti su Le foto che non scatto

  1. Avatar
    Michela
    26/11/2015 alle 13:47 (5 anni fa)

    E’ verissimo ciò che scrivi, stavo riflettendoci giusto pochi minuti fa.
    L’altro ieri ho assistito ad un concerto e ho ritrovato che le tue parole calzassero a pennello nella situazione. Ciò che non ho scattato, i momenti più magici ed emozionanti, aimè, non sono risuscita ad immortalarli digitalmente, ma sicuramente rimarranno scolpiti nel mio cuore, nella mia mente e nelle mie emozioni.

    Rispondi
  2. Avatar
    Ilenia Morandi
    30/07/2015 alle 14:59 (5 anni fa)

    Sono quei ricordi che ci piace tenere tutti per noi…emozioni uniche, da vivere adesso. Concordo in pieno Silvia!

    Rispondi
  3. Avatar
    wowingemoji
    29/07/2015 alle 16:24 (5 anni fa)

    Concordo perfettamente..quelli sono i momenti in cui ti soffermi e ci sei tu e un pezzo di mondo, va bene così.. Ne ho milioni in testa anch'io di quei momenti! Grazie di averne condivisi alcuni dei tuoi! 🙂 un bacione

    Rispondi
  4. Avatar
    Silvia Cartotto
    23/04/2015 alle 22:26 (6 anni fa)

    A volte è meglio guardare solo con gli occhi però 😉

    Rispondi
  5. Avatar
    Silvia Cartotto
    23/04/2015 alle 22:24 (6 anni fa)

    Esatto, è stato prorio così 🙂 Grazie delle bellissime parole!

    Rispondi
  6. Avatar
    Lu
    17/04/2015 alle 19:27 (6 anni fa)

    Allora non sono la sola a pensare a quelle foto mai scattate…Alla fine sono cose che ricorderemo per sempre e va bene uguale, anzi più che bene!

    Rispondi
  7. Avatar
    Anna Luisa e Fabio
    16/04/2015 alle 11:42 (6 anni fa)

    E' verissimo quello che dici. Non necessariamente si deve o si può immortalare tutto. Alcune cose vanno fissate negli occhi e nel cuore.

    Fabio

    Rispondi
  8. Avatar
    Enzo Chiara
    15/04/2015 alle 17:03 (6 anni fa)

    Hai proprio ragione. Bellissimo post 🙂 Ciao

    Rispondi
  9. Avatar
    Audrey
    15/04/2015 alle 11:25 (6 anni fa)

    ciao silvia, ho seguito il tuo viaggio su instagram e sono rimasta affascinata!! per quanto riguarda le foto, hai proprio ragione. spesso le migliori sono quelle che abbiamo negli occhi solo noi… e per questo, oltre che più belle, in quest'epoca super social, sono anche più preziose 😉

    Rispondi
  10. Avatar
    Cris
    15/04/2015 alle 11:25 (6 anni fa)

    Concordo. Le foto che non scatti sono quelle più belle, quelle che non hai avuto tempo di scattare perchè avevi di meglio da fare – goderti il momento. Ciao Silvia

    Rispondi
  11. Avatar
    Cara Malù
    15/04/2015 alle 11:25 (6 anni fa)

    Una mia amica una volta disse che ci vorrebbe la macchina fotografica incorporata negli occhi! Avete proprio ragione entrambe 🙂

    Rispondi
  12. Avatar
    AliceOFM
    15/04/2015 alle 10:35 (6 anni fa)

    Quanto è vero. Non nego che mi dispiaccia sempre di non avere potuto scattare certe foto, di non averle concretamente tra le mie mani o davanti ai miei occhi. Però ci sono, sotto forma di flash e di emozioni, vere e proprie diapositive che scorrono nella mente.
    L'ultimo viaggio deve avertene lasciate parecchie.
    Buona giornata 🙂

    Alice

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.