Il cioccolato belga ad Expo 2015

Curiosa la vita, ho appena fatto colazione con latte, cereali e cioccolato belga ed oggi vi parlo proprio di lui, uno dei cioccolati più buoni al mondo, uno dei miei preferiti, dopo essere stata per la prima volta ad Expo 2015.

Cioccolato

Perché il cioccolato belga è così speciale?

It’s easy to love a country known for chocolate and beer. (Barack Obama)

Chi visita il Belgio molto spesso lo fa per un turismo di tipo enogastronomico. Quando sono stata nelle Fiandre a fine febbraio, precisamente a Gent, abbiamo parlato spesso con la gente del posto sull’importanza dell’enogastronomia di questo paese. Ed è proprio il cioccolato ad essere una delle attrattive più conosciute all’estero.

Questi i principali motivi per cui è apprezzato in tutto il mondo:

  • Ha una struttura estremamente fine
  • Presenta un alto contenuto di cacao
  • Ha il 100% di burro di cacao
  • I semi di cacao sono di alta qualità
  • I cioccolatieri belgi sono particolarmente creativi e innovativi, a favore di una grandissima varietà di combinazioni e sapori

Sapete quanto io ami il cioccolato e quanto faccia parte della mia vita: credo che sia a tutti gli effetti un qualcosa a cui non potrei rinunciare per lunghi periodi (e voi donnine che mi leggete mi capite). Il fatto che un paese come il Belgio ne faccia una bandiera è per me significativo, mi spinge a volerlo visitare ancora: quando andrò a Bruxelles voglio sicuramente entrare in un laboratorio e vedere con i miei occhi la produzione (e poi ovviamente assaggiarlo)!

cioccolato belga

Il cioccolato come esperienza da vivere

Il cioccolato in Belgio è un’esperienza a tutto tondo: si visitano i musei di cioccolato, si fanno passeggiate e degustazioni insieme ai cioccolatieri, si impara a crearlo con le proprie mani. Una cosa molto interessante è che nel 2007 è stato sviluppato il “Codice del cioccolato belga”: questo codice assicura che il cioccolato provenga effettivamente dal Belgio. Sicuramente un plus per l’esportazione, infatti i due terzi della produzione vengono inviati all’estero.

Curiosità

La più grande fabbrica di cioccolato nel mondo è in Wieze, in Belgio. Barry Callebaut produce circa 270.000 tonnellate di chicchi di cioccolato ogni anno; a tutti gli effetti è lui il più grande fornitore di cioccolato del mondo. In Wieze si trova anche la prima delle 17 Accademie di cioccolato che si sono diffuse ovunque.

scarpe di cioccolato

Dove acquistare il cioccolato belga?

I migliori marchi che vendono cioccolato belga di alta qualità sono: Belvas, Bruyerre, Corné Port Royal, Côte d’Or, Daskalidès, Jean Galler, Godiva, Leonidas, Mary, Neuhaus, Starbrook Airlines, Zaabär. Non sarà difficile trovare una di queste boutique ovunque vi porti il vostro viaggio in Belgio.

cioccolatini

Expo 2015

Come vi dicevo sono stata recentemente a Milano all’Expo per la prima volta, proprio per un progetto legato alle Fiandre (ho conosciuto i famosi Kitchen Rebels!): in tutta l’esposizione c’è tanto da vedere e da gustare, ma sono certa che dopo aver letto fino a qui ora vi è venuta voglia di assaggiare questo famoso cioccolato, soprattutto se non avete ancora progettato un viaggio in questo paese. A Expo si può: il padiglione del Belgio si trova all’inizio della manifestazione sulla destra (dopo il Sudan e prima del Vietnam) e qui troverete alcuni dei migliori maître chocolatiers, pronti a farvi scoprire la ricchezza di questo cioccolato in ogni sua forma.

Photo Credits: Visit Flanders
(Visited 4.467 times, 1 visits today)

4 Commenti su Il cioccolato belga ad Expo 2015

  1. Avatar
    ANTONIO ANIELLO SEBASTIANELLI
    12/10/2017 alle 0:40 (2 anni fa)

    Mi fate sapere dove posso comprare i cioccolatini a Milano?
    Grazie

    Rispondi
    • Silvia Cartotto
      Silvia Cartotto
      16/10/2017 alle 8:34 (2 anni fa)

      Ciao Antonio,
      mi spiace ma non saprei, prova a cercare la marca e la città che ti interessa su Google. 🙂

      Rispondi
  2. Avatar
    mouchette
    21/04/2017 alle 2:33 (2 anni fa)

    Avete dimenticato di citare il migliore cioccolatiere : Marcolini (di origine italiana), trattandosi delle medie imprese a carattere artigianale. Se no ci sono piccoli artigiani solo conosciuti nella loro città che fanno un lavoro spesso ben migliore dei produttori citati nell’articolo.

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.