Mercatini di Natale: l’Austria è una favola

3 giorni immersi nell’atmosfera dei mercatini di Natale austriaci: una mini guida per un mini viaggio on the road in auto toccando Innsbruck, Salisburgo, Gmunden e Hallstatt.

Palle di neve

INNSBRUCK

Noi abbiamo raggiunto Innsbruck in auto dall’Italia, facendo una sosta vicino a Bolzano la sera prima. L’autostrada austriaca prevede l’acquisto di una vignetta (un bollo da esibire sull’auto) presso gli autogrill, per poter pagare il pedaggio al casello: quella da 8,70 euro vale 10 giorni.

Innsbruck Decorazioni natalizie austriache

I mercatini di Natale di Innsbruck, tipicamente alpini, sono sparsi per tutta la città e di solito ce ne sono sei: il più grande è quello nel centro storico, proprio davanti al famoso tettuccio d’oro, con decine di bancarelle e un enorme albero di Natale al centro. Le case, i portici e i palazzi sono di origine medievale e ovunque si respira il profumo della tradizione tirolese. Qui si deve assaggiare il famoso speck e ovviamente la Sacher Torte (uno dei motivi più validi per sorridere alla vita), e poi vi consiglio anche una visita al famoso negozio Swarovski, proprio sotto ai portici in centro, per sognare un po’.

Sacher, Austria

Piatti tipici austriaci Via delle fiabe

Una romanticheria da non perdere: la via delle fiabe, nel centro storico. Bambole e pupazzi rappresentanti personaggi come il gatto con gli stivali, cappuccetto rosso e Biancaneve guardano i passanti dai balconi e dalle finestre dei palazzi di questa caratteristica strada pedonale. Non lontano da qui, lungo il fiume Inn, c’è anche un altro mercatino, quello più enogastronomico. Come in tutti i mercatini alpini, potete bere un caldo punch di mele e tenervi la tazza decorata lasciando la caparra. Un bel ricordo!

Bambole austriache Fiume di Innsbruck

SALISBURGO

In 2 ore circa di auto, dopo 180 km si raggiunge Salisburgo, la città di Mozart. Eleganti e signorili, le vie e le piazze di Salisburgo sono ornate a festa: l’atmosfera qui è davvero tanto natalizia, forse più che in qualsiasi paesino di montagna italiano. Se amate vedere le città dall’alto salite alla fortezza Hohensalzburg (evitate di prendere la funivia a pagamento, in 10 minuti a piedi siete in cima). Qui si può visitare il museo della fortezza, quello delle marionette e il Rainermuseum, oltre a visitare anche altri mercatini nella piazzetta.

Mercatini Natale Salisburgo

Natale Salisburgo Vista su Salisburgo Albero di Natale

Giù nel centro storico invece i mercatini si trovano accanto al Duomo, in Residenzplatz; ci sono sia prodotti di artigianato locale, sia enogastronomici. Ah, ad ogni ora in Mozartplatz, non lontano da qui, si sente suonare il Glockenspiel, un simpatico carillon.

Casette natalizie

Lungo le perpendicolari della via dei negozi Getreidegasse, potete poi trovare altri scorci molto natalizi: chiostri e mercatini tutti in legno, piccoli gruppi di suonatori o cori che cantano dai balconi. Tutto è così natalizio e tenerello da sembrar di essere in una fiaba: ci si sente di nuovo bambini in un attimo, adorerete anche voi questa sensazione, ne sono certa.

Albero di Natale

Riflesso palla Natale

Salisburgo

Dove mangiare a Salisburgo: Gasthaus Wilder Mann

La tipica stube, il vischio, le decorazioni di legno sui muri, i piatti tipici austriaci a base di wurstel, patate, polpette di pane, salsiccia. E poi strudel di mele e tanta buona birra! Mi è piaciuta un sacco questa locanda e la consiglio per una cena a due, anche se i camerieri sono un po’ rozzi (proprio come dicevano le recensioni su Tripadvisor): l’esperienza è da provare per sentirsi in un locale storico, come quelli di inizio secolo a Salisburgo.

Ristorante tipico Salisburgo

Dove dormire vicino a Salisburgo: Haus Hochegg (Faistenau)

Haus Hochegg è un b&b sperso nella campagna salisburghese a circa 20-25 minuti dal centro città, con le vetrate e le cornicine alle finestre in legno; come quelle casette dove sogni di svegliarti facendo colazione con la neve sui prati… e poi accade davvero! Sì, ci siamo svegliati immersi tra le colline e i pini imbiancati. Un posticino super romantico che si trova nel paese di Faistenau, fuori dal traffico cittadino e immerso in un mondo quasi ovattato. La proprietaria è molto gentile e prepara la colazione con molta cura e attenzione per i dettagli. Se trovate delle buone offerte ve lo consiglio.

B&B a Faistenau, Austria Neve dalla finestra

GMUNDEN: LA CHICCA DEL VIAGGIO

Non lontano da Faistenau (70 km) si trova Gmunden, sul lago Traunsee: l’abbiamo scoperta solo grazie a un volantino datoci a Salisburgo. Mi aveva attirata molto la foto del presepe illuminato sull’acqua e l’isolotto collegato da un ponte con il mercatino di Natale nel chiostro di un antico palazzo. Eravamo gli unici italiani, nessun bus pieno di turisti e a cena nel centro storico il menu dell’osteria era solo in tedesco.

Gmunden sul lago

Gmunden

Ci siamo fidati ordinando piatti tipici grazie al cameriere tipicamente austriaco nei modi e nei costumi (li adoro) e abbiamo passato una bella serata al caldo, mentre fuori fioccava un po’, ascoltando le risate cariche di birra di una tavolata accanto a noi, sentendoci un po’ austriaci per una sera, lontano dalla folla dei mercatini. Mi piace sempre molto immergermi nei luoghi più autentici: Gmunden sicuramente lo è stato.

HALLSTATT

E infine Hallstatt, una perla. Borgo delizioso sulle rive dell’omonimo lago. Qui vicino sorgono importanti miniere di sale, tuttora visitabili.

Hallstatt Hallstatt, lanterne

Fate una passeggiata tra le vie, sia sotto che sopra al paese, dove ci sono la chiesetta e il cimitero. Alcuni scorci ricordano davvero il paese delle favole, con i tetti spioventi e le porticine colorate, i cuori di legno e le ghirlande di fiori appese fuori dalle finestre, e tante decorazioni natalizie ovunque. Il Natale è super sentito, qui. Segnatevi anche questo borgo tra le chicche romantiche di un viaggio in Austria sotto Natale: mi ringrazierete, davvero!

Porticine Casa rosa romantica

Una vacanza in Austria nel periodo natalizio è magica: la cosa bella è che in 3 giorni hai il tempo di vedere anche 3-4 cittadine, puoi fare il pieno di bellezza e impari a non perdere lo spirito del Natale, che ogni anno che passa purtroppo tenta di affievolirsi un po’.

Hallstatt, mercatini

Io qui mi son riempita gli occhi di tutti quegli oggettini fatti a mano, che ti viene voglia di comprare a manciate. A voi consiglio di partire un weekend di fine novembre, se potete: in questo modo non rischiate di trovarvi in mezzo a mercatini affollati, invivibili, come accade ad esempio durante il ponte dell’Immacolata. Buoni mercatini e… a Natale regalatevi il pieno di bellezza!

Salva

(Visited 1.345 times, 1 visits today)

5 Commenti su Mercatini di Natale: l’Austria è una favola

  1. Avatar
    Pam | a Blonde around the World
    27/10/2015 alle 12:10 (4 anni fa)

    Un itinerario perfetto per un'esperienza che ancora non ho fatto ma che spero di fare al pi? presto! Tutto condito con il tuo solito buon gusto e romanticismo 🙂

    Rispondi
  2. Avatar
    Anna Luisa e Fabio
    24/10/2015 alle 21:37 (4 anni fa)

    Anche io stavo pensando ad Innsbruck e ad altro in Austria! Quindi questo post cade a fagiolo. sono posti splendidi.

    Fabio

    Rispondi
  3. Avatar
    Debora Caia
    24/10/2015 alle 21:37 (4 anni fa)

    wow sembrano paesini presi da un libro di fiabe! In Austria ho visitato solo Vienna, ma anche questi posticini sono davvero bellissimi!

    Rispondi

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.