Cosa fare in Congo: 5 esperienze per un viaggio indimenticabile

Lo so. Lo so che il Congo Brazzaville non è esattamente in cima alla vostra lista di priorità o, come si dice oggi, “travel dreams”. Perché in fondo… cosa vedere in Congo? Eppure, vi assicuro che di esperienze da fare ce ne sono, ve lo dico io che ci ho vissuto per ben due anni! Unici requisiti da parte vostra: un grande amore per l’Africa, per le destinazioni originali e per l’avventura (ma quella vera)! Ah, e dovete munirvi di vaccino anti febbre-gialla.

Avete tutto? Allora partiamo!

5 esperienze da vivere in Congo se amate natura e sport

Cercare gli scimpanzé nel Parco Nazionale di Conkouati

Se siete già stati in Africa, sicuramente vi sarà capitato di imbattervi in babbuini, dispettose vervet monkeys e così via. I grandi primati sono invece molto più difficili da vedere, in quanto popolano solo alcune zone dell’Africa centrale. In Congo, al confine con il Gabon, c’è un piccolo ma singolarissimo parco nazionale dove vive una numerosa colonia di scimpanzé: dolcissimi, dallo sguardo quasi umano, li potrete facilmente trovare appollaiati’sulle mangrovie in riva al fiume. È molto interessante fermarsi ad osservarli e cogliere le dinamiche dei loro comportamenti! Vi consiglio di dedicare a Conkouati almeno un weekend: oltre agli scimpanzé, infatti, è possibile incontrare anche altri animali, in primis l’elefante!

Scimpanzè

Fare un giro in mokoro sul fiume Congo

È proprio lui: il vero protagonista del celebre romanzo di Konrad, Cuore di Tenebra. Certo, oggi non è possibile percorrere il suo lunghissimo percorso per intero (o meglio, solo qualche novello Indiana Jones lo farebbe), ma possiamo accontentarci di solcare le sue acque per qualche decina di chilometri. La sensazione sarà magica: per un primo tratto navigherete stretti tra due capitali – Brazzaville (Congo Brazzaville) e Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo) – e poi, di colpo, il letto del fiume diverrà così largo da non riuscire più a vedere la costa. Praticamente un mare, ma senza le onde. Durante la navigazione potrete fare sosta in uno dei tanti, remoti villaggi che sorgono sulle sponde del fiume, tra i gridolini allegri dei bimbi che vi abitano.

Congo, Africa

Vedere la foresta pluviale

Lo sapevate che quella in Congo è una delle più estese del mondo? Per averne un assaggio bisogna andare a nord di Brazzaville: noi siamo arrivati ai suoi margini, alla riserva privata di Lefini. Si tratta di un ottimo punto di partenza che vi consentirà, tra le alte cose, di vedere i gorilla di pianura, possenti bestioni di circa 200 chili, oggi in via di estinzione. Effettuare un boat safari alla ricerca di ippopotami e, non da ultimo, sgranchirvi le gambe con un po’ di trekking, per raggiungere uno stupendo belvedere da cui osservare l’impressionante polmone verde che si stende ai vostri piedi!

foresta pluviale, Congo

Fare surf

Proprio così! La città in cui ho vissuto – Pointe Noire – seconda nel Paese per importanza, si affaccia proprio sull’Oceano Atlantico e vanta alcune delle migliori spiagge africane per il surf. Sebbene il mare non sia esattamente ideale per la balneazione classica – in quanto le onde sono molto forti – è tuttavia perfetto per fare surf. Non è affatto inusuale vedere la gente del posto solcare l’oceano lungo la bella Cote Sauvage, quindi se volete cimentarvi in questo sport… questa potrebbe essere la volta buona!

fare surf in Congo

Cercare le balene

Dovete andare nel periodo giusto, però! La stagione migliore per l’avvistamento delle balene in Congo va da luglio a ottobre, ma preparatevi ad un’esperienza ben diversa da quella offerta da paesi più organizzati come ad esempio il Sudafrica. Niente barconi da 100 persone e più, ma barchette davvero ridotte a 6 posti che, però, rendono la ricerca ancora più avventurosa.

Bon voyage!


Articolo di Cristina ArborioAfrica Lover del Club delle ragazze con la valigia

Piemontese DOC, expat prima a Londra e oggi in Africa. Parla (quasi) cinque lingue, ama i Labrador e i viaggi on the road ma odia guidare. La patente? È chiusa in un cassetto insieme a tanti sogni. Il suo blog di viaggi è Drive My Car.

Africa Lover

(Visited 278 times, 2 visits today)

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.