Vacanza studio in Inghilterra: tipico college di Cambridge o famiglia londinese?

Anni fa, quando ancora non avevo accesso ad Internet (se non sotto la supervisione dei miei genitori) e di certo non ero una travel blogger, i miei viaggi erano un tantino diversi da come sono ora. Mi è capitato di partecipare a più di una vacanza studio in Inghilterra organizzata dalla mia scuola. L’ho fatto per alcuni anni di seguito, quindi ho potuto personalmente rendermi conto di varie realtà di quest’esperienza, sia per quanto riguarda il luogo che per quanto riguarda la tipologia.

In questo articolo vi parlo delle differenze tra 2 settimane in un college e la vita con una host family, vi racconterò della mia personale esperienza e sì, vi dirò anche quale delle due tipologie è stata la mia preferita.

Vacanza studio in Inghilterra: cosa scegliere?

vacanza studio in Inghilterra

Un college a Cambridge: la mia esperienza al Barnardiston Hall

Devo ammettere che, se dovessi fare una stima dei luoghi che più mi emozionano a questo mondo, il vialetto di ingresso del Barnardiston Hall di Cambridge rientrerebbe decisamente tra i primi 10. 

studiare inglese in Inghilterra

Nonostante siano passati più di dieci anni, ricordo tutto di quel posto. L’edificio principale che si incontra appena superato il cancello d’ingresso, il piccolo stagno con le rane dietro il refettorio, il campetto da calcio e la camera numero 11 al secondo piano, quella in cui ho soggiornato per due anni di seguito durante le mie settimane lì.

Ricordo anche perfettamente Mr. Keith, il vecchio preside dalle guance paffute e dall’aria gioviale. È stato durante la mia vacanza studio in Inghilterra che ho iniziato a tessere la fitta rete di conoscenze in giro per il mondo che, grazie ai social network, c’è da ammetterlo, tengo in piedi tutt’ora.

Appena arrivati, venivamo divisi in classi per le nostre lezioni mattutine che dipendevano dal livello d’inglese, così la prima sera conoscevi subito i tuoi compagni per l’intera vacanza.

Da brava fan di Harry Potter quale sono, da piccola sognavo di studiare in un college (lo faccio anche adesso, in realtà), quindi il Barnardiston Hall, una preparatory school, era un vero sogno per me. Poter dormire all’interno del campus, mangiare nei refettori, prendere in prestito i libri dalla biblioteca dell’edificio di fronte… Organizzavano anche uno spettacolo in cui si esibiva ogni classe e un ballo di fine settimane!

È stato durante la mia vacanza studio in Inghilterra che ho iniziato a leggere e a guardare film completamente in inglese.

vacanza studio in Inghilterra

Una famiglia nella periferia di Londra: l’esperienza più british della mia vita

Ormai l’avrete capito, del nostro fantastico Pink Club io sono quella specializzata nel vivere in diversi posti all’estero. Beh, abitare con una famiglia londinese, in una dolcissima villetta a schiera della periferia della città, è stata l’esperienza più british della mia vita.

La mattina la mia english mom veniva a svegliare me e la mia roomie (eravamo in due del gruppo ad abitare nella stessa casa e nella stessa stanza), ci preparava una ricca colazione a base di uova strapazzate e succo d’arancia (niente caffè e, a quanto pare, nemmeno niente latte) e ci accompagnava fino alla fermata dell’autobus del quartiere, dove prendevamo un bus che ci portava dritte alla nostra scuola.

Dopo una mattinata di lezioni di inglese facevamo una pausa pranzo e mangiavamo i sandwiches che la english mom ci aveva preparato, bevevamo altro succo d’arancia e poi riprendevamo a studiare per un altro paio d’ore.

Il pomeriggio poi facevamo piccole gite a Londra, giretti al centro commerciale o passeggiate all’aria aperta. I weekend erano dedicati a escursioni in località vicine come Oxford e Canterbury.

Era bello far parte di una famiglia diversa dalla propria, avere qualcuno che si preoccupava che non lasciassi il lunch a casa o che i tuoi vestiti fossero puliti e profumati.

L’unica cosa che, ahimè, mi disturbava e che mi turba ancora era il cibo. Un dettaglio che non dimenticherò mai sono quella che loro chiamavano dinner… Alle 5 del pomeriggio, però!

vacanza studio

Il mio consiglio

Quattordici anni fa, quando io ho preso parte a questa vacanza studio in Inghilterra, le associazioni con cui era possibile partire non erano molte. Io personalmente mi sono sempre appoggiata alla Lingo, un’associazione culturale per lo studio delle lingue straniere, con sede nella mia città (Tarquinia) e gestita dalla dolcissima professoressa Subrizi, la prof di inglese delle medie di mio fratello. È ovvio che entrambe le opzioni hanno tantissimi punti a loro favore, sia per quanto riguarda l’apprendimento della lingua che per quanto riguarda l’esperienza in sé.

In un college vivi appieno la questione dei dormitori, della mensa e delle lezioni in un diverso edificio dello stesso campus, ma in una famiglia sei costretto a parlare inglese e sperimenti sulla tua pelle le tradizioni e lo stile di vita di un particolare paese.

Volete sapere che ne penso io? Secondo me sono due esperienze magnifiche che vanno provate entrambe, per poter decidere. Il tempo passa, cambiamo noi, le cose che ci piacciono e di cui abbiamo bisogno.

A undici anni, l’ideale per me era decisamente il college ma adesso, che mi piace vivere le culture, sceglierei sicuramente la vacanza studio in una host family!


Articolo di Rachele FaggianiExpat Specialist del Club delle ragazze con la valigia

Rachele viaggia… da quando è nata! Le piace vivere all’estero per capire meglio le nuove culture e i piatti tipici, e se non è in viaggio ne ha sicuramente uno in preparazione.

Rachele Faggiani

(Visited 68 times, 1 visits today)

Lascia un commento

I campi con il simbolo * sono obbligatori. Non pubblicheremo il tuo indirizzo email

Commento *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.